Megalitismo

45.00

Architettura sacra della Preistoria

Autore: Alberto Pozzi
Codice: ISBN-978-88-85643-44-4
Prezzo per il pubblico: 45,00 €; Prezzo per i soci: 40,00 €
Anno: 2009
Argomento: Architettura sacra della Preistoria
Pagine: 288
Illustrazioni: 500 foto a colori e 80 disegni

Categoria:

Descrizione

Il volume presenta una sintesi di questo fenomeno culturale, proprio di popolazioni diverse, nato sulle rive atlantiche dell’Europa ed estesosi in buona parte dell’Europa , sulle rive e sulle isole mediterranee, nell’Africa centro-settentrionale e nel Vicino Oriente fra il V e il II millennio a.C.
La sua funzione aveva una forte valenza sacra estendendosi all’ambito funerario, religioso, celebrativo e sociale.

Un Megalitismo diverso, senza alcun legame con quello “antico europeo” , è sorto e si è sviluppato in alcune parti dell’Asia, in alcune isole della Polinesia , nell’ America Centrale e nell’America Meridionale, in periodi successivi -anche sub- attuali – con finalità celebrative, difensive e di enfasi dell’autorità in carica, ma anche funerarie e religiose. Il volume descrive gli aspetti costruttivi delle strutture megalitiche e di quelle ciclopiche (come ad esempio i nuraghi sardi) cercando di delinearne il valore sacro e simbolico, anche con riferimenti ad aspetti della cultura biblica e al culto delle pietre (condannato dal Cristianesimo). Vengono presi in esame anche aspetti leggendari e mitici, ossia alcuni dei numerosi tentativi popolari di spiegazione del fenomeno.
E’ dato un notevole rilievo all’ “arte megalitica” ossia alla statuaria litica (statue-stele, statue menhir, fenomeno estesosi nel III e II millennio fra l’Atlantico e il Caucaso) e alle decorazioni (incisioni, bassorilievi) rilevabili su singole pietre (menhir) o su quelle che compongono strutture più complesse (dolmen , tumuli funerari, osservatori astronomici, templi). Il volume si chiude con un’appendice ( I “misteri” dell’archeologia) in cui si criticano le interpretazioni gratuite sulle finalità e sulle datazioni di molti monumenti , notizie largamente proposteci dagli organi di divulgazione; ed infine un ampio glossario (8 pagine) e un elenco bibliografico (circa 75O titoli di opere e singoli studi per lo più pubblicati negli ultimi due decenni, tutti consultati).