Nuove scoperte nella necropoli celtica di Giubiasco (CH)

05Mar

Nuove scoperte nella necropoli celtica di Giubiasco (CH)

Le tombe di Giubiasco in via Rompeda zona Palasio

L’interesse sorto nelle ultime settimane attorno ai recenti ritrovamenti di Giubiasco (una trentina di tombe di epoca celtico-lepontina) risveglia l’attenzione, non soltanto degli esperti e dei media, ma anche della popolazione locale.

Stratigrafia della necropoli con tomba ancora da scavare.
Corredo di una tomba in fase di scavo.

Si riscoprono, sotto i propri piedi, antiche radici celtiche corredate da una grande ricchezza di reperti, che potrebbero riempire interi musei. Già all’inizio del ‘900 la località bellinzonese aveva svelato i suoi preziosi tesori archeologici

Gli scavi avevano infatti riportato alla luce una vasta necropoli situabile tra l’età del bronzo e la romanità.
Questi nuovi ritrovamenti (databili tra il IV e il III secolo a.C.) confermano dunque non soltanto che la zona di Giubiasco è altamente interessante per la ricerca archeologica, ma che l’intero Canton Ticino (e in generale il Sud delle Alpi) rappresenta un’area ricca di tesori culturali ancora da scoprire e da valorizzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *