Il Convegno internazionale sul megalitismo in Vandea

03Dic

Il Convegno internazionale sul megalitismo in Vandea

Dal 9 al 14 settembre 2019 in Vandea (Francia), si è tenuto il primo incontro internazionale sul megalitismo.
“Les Mégalithes dans le monde” nel prestigioso “Historial de La Vandée” di Les Lucs-sur-Boulogne.

Sono intervenuti specialisti da diversi paesi: Australia, Belgio, Brasile, Bulgaria, Cile, Colombia, Corea del Sud, Danimarca, Etiopia, Francia, Germania, Giappone, India, Italia, Monaco, Nigeria, Nuova Caledonia, Pakistan, Paesi Bassi, Regno Unito, Russia, Senegal, Svezia, Svizzera, Turchia e U.S.A. L’Italia era rappresentata da un’archeologa di Palermo e da due nostri soci della Società Archeologica Comense.

Sono state presentata 58 relazione ed esposti 27 "poster". L’occasione è stata importante per far conoscere agli studiosi quanto questo fenomeno culturale sia presente in diverse parti del mondo. In molti casi, il megalitismo è stato indotto da migrazioni di cultura o di popoli provenienti dalla fascia atlantica (zona di origine del fenomeno neolitico antico-europeo). In molti altri  casi è nato spontaneamente. Nella maggior parte dei casi le località erano già note per singole, poche, strutture. Oggi è stata documentata la grande ricchezza numerica di elementi megalitici (per lo più monumenti semplici).

Il menhir

Al termine del convegno è stata realizzata una dimostrazione di come si ritiene che i neolitici avessero elevato un menhir.
Un pietrone di due tonnellate, in forma di alta piramide e disteso su una slitta di legno, è stato accostato ad una buca scavata nel terreno.
Con l’uso di leve lignee manovrate da sei persone, è stato sollevato nella sua parte sommitale portandolo in posizione obliqua per farlo scivolare verso la buca.
A questo punto, alla parte alta del masso sono state assicurate delle corde, tenute in tensione da parti opposte da due gruppi di 4 persone. Il fine era di portare il masso in posizione verticale, evitando un basculamento in avanti del pietrone. Raggiunta la posizione eretta, alla base del masso sono state conficcate pietre di rincalzo per garantirne la stabilità.

A.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *